Rione Monti è uno dei quartieri da non perdere, sia per l’atmosfera unica dei vicoli che affacciano sul Colosseo, sia per la vita serale e notturna che il quartiere offre: vinerie, pub e ristoranti tra i più famosi di Roma.

Rione Monti è anche famoso per lo shopping, oltre ad un’ ampia scelta di boutique dislocate fra i vicoli del quartiere, il week end Rione Monti riserva un appuntamento da non perdere per gli appassionati di moda e del made in Italy: Mercato Monti.

Ogni sabato e domenica dalle 10 alle 20 da Settembre a Giugno  in Via Leonina n°46  troverete l’Urban Market, teatro di esposizione della giovane creatività stilistica del made in Italy.

Per l’acquisto di capi unici, griffati ma anche per dischi in vinile, prodotti d’artigianato, oggetti d’arredamento dal retrò al moderno, cinture e borse fatte a mano e gioielli.

Il rione di Roma Monti, il quartiere più antico di Roma, così chiamato perché una volta comprendeva i colli Esquilino, Viminale, parte del Quirinale e del Celio, e ricco di suggestive testimonianze dell’epoca romana, medioevale, rinascimentale, barocca, una successione di stili che copre 2500 anni di storia.

L’aspetto attuale dell’area più significativa del rione Monti vi si presenta con strette strade quasi mai in pianura, che incidono il tessuto urbano composto da alti palazzi di varie epoche, dove si aprono le botteghe artigiane, i locali notturni, le gallerie d’arte: è l’ antica Svbvra romana, oggi Suburra (il nome significherebbe “zona abitata sotto la città”, ed è proprio l’impressione che ricaverete scendendo da Via di Santa Prassede in Piazza della Suburra dalle scale di Via Cavour, o salendo in San Pietro in Vincoli dalle scale della Salita dei Borgia).

Questo scendere e salire suggerisce una visita del Rione a piedi, mezzo privilegiato per poter vivere e rivivere le suggestioni di una delle più affascinanti zone della Capitale e apprezzarne le testimonianze archeologiche, che vanno dal Colosseo al Ludus Magnus – la palestra dei gladiatori- alla Domus Aurea, le terme di Traiano, i fori degli imperatori Augusto, Nerva e Traiano ccon gli adiacenti Mercati, tratti delle mura Serviane e Aureliane (con la porta Asinaria), le terme di Tito, i resti dell’ acquedotto Claudio, San Pietro in Vincoli con il Mosè di Michelangelo, Santa Francesca Romana, il Palazzo Pontificio, l’Obelisco Egizio, la Santa Sanctorum, la Scala Santa, la basilica di S. Giovanni in Laterano, la chiesa di S. Clemente, S. Martino ai Monti, la Basilica di S. Maria Maggiore, le memorie medievali come il triclinio Leoniano, il Battistero Lateranense, S. Stefano Rotondo, la torre dei Conti, la casa dei Cavalieri di Rodi, S. Prassede, le torri dei Capocci e alcuni capolavori del barocco romano come le chiese di S. Andrea al Quirinale e di S. Carlino alle Quattro Fontane.. Da San Carlo alle Quattro Fontane raggiungerete Piazza di Spagna e Trinità dei Monti con una breve camminata.

You may also like

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.