Stefano Tarquini: “Il settore del turismo l’ultimo a ripartire. Stato assente con noi”

Intervista del titolare del Tar Group Srl Stefano Tarquini al Corriere dell’Economia: “Se tutto andrà bene il nostro settore ripartirà nel 2021. Servono mosse importanti da chi ci governa”.

Sulla domanda, “ritiene le misure di contenimento pandemico adeguate? Sì/No? Cosa suggerirebbe?” il titolare del Tar Group Srl risponde:

“Se avessimo avuto delle misure ti risponderei di sì, ma fino ad ora, oltre i 600 euro, non abbiamo ricevuto niente. Basti pensare che ogni anno pago 30 mila euro di contributi e se non avessi avuto la partita iva non avrei avuto diritto neanche alla disoccupazione, con sette aziende chiuse. Il nostro settore, quello turistico, ripartirà a marzo 2021 con la riapertura dei confini. Vi lascio immaginare con quale turismo andremo avanti, se ci dirà bene con le persone che si prenderanno qualche momento il sabato e la domenica e non è neanche certo vista la crisi economica. A mio avviso la cosa più semplice da fare è quella di prendere in prestito parte delle super pensioni che girano nel nostro Paese, cosi da coprire almeno la cassa integrazione e poi a sua volta riconoscendo, giustamente, gli interessi alle persone che hanno messo sul tavolo una parte di soldi, tramite eurobond”.

tutto il testo dell’intervista nel seguente link: www.corrieredelleconomia.it

You may also like

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.